06 ottobre 2005

A IERACARI CON....L'ELICOTTERO?

ULTIMISSIMA DALLO SCIGGHIO!
Per tutti gli abitanti di Ieracari (più di 150 famiglie ormai, dopo 20 anni e più di "colonizzazione") e per tutti i frequentatori del quartiere, per via di lavoro (imprese edili e di autotrasporto), attività sportive (campo sportivo –con una squadra in serie D; palestra, frequentata da mezzo paese o quasi) e agricole (poche, ma ce ne sono ancora), sembra sia arrivato il momento di cominciare a pensare a COMPRARE UN ELICOTTERO!
Tutti gli “scigghitani” sanno che nonostante la vorticosa espansione e crescita del nuovo quartiere, avviata un ventennio fa con la costruzione delle prime cooperative, l’unica via percorribile che consente ancora oggi il collegamento con il paese è costituita da una strada comunale, nata dall’allargamento di vecchi viottoli di campagna uniti sia alla strada che arriva al cimitero, sia alla vecchia strada (via Valle degli Angeli) che arriva in località “Carcara” (per intenderci, quella che passando a fianco del cavalcavia e a fianco il deposito degli autobus, sale da dietro Scarano, parallelamente all’autostrada attuale).
E’ un chilometro scarso di strada fino al centro del paese, percorso però quotidianamente da mezzi di ogni tipo, spesso più volte in un giorno solo, considerato che anche pi ‘na spingula si è “costretti” a scendere in paese, rigorosamente con la macchina.
Come sapete, sono in corso i lavori di ampliamento ed adeguamento dell’autostrada alla normativa europea. Il progetto prevede che il nuovo tracciato passi molto più a monte rispetto alla sede attuale, con le conseguenti grosse modifiche: chiusura delle gallerie attuali e demolizione dei viadotti; apertura di nuove gallerie (circa l’ 80 % del percorso da Gioia Tauro a Scilla sarà scavato dentro le nostre montagne!). Ad eseguirli è una società privata con sede a Napoli (e mi verrebbe voglia di dire ‘Ho detto tutto!’), per conto naturalmente dell’ANAS, o meglio, dell’ex ANAS, visto che è oramai diventata anch’essa una s.p.a. privata.
Dopo aver completato la prima fase delle espropriazioni relative al “V macrolotto” –il tratto da Gioia Tauro (svincolo escluso) a Scilla (svincolo escluso)- i tecnici della stessa società hanno avviato in questi giorni i sopralluoghi preliminari volti a risolvere le questioni tecniche relative agli espropri che riguardano i terreni interessati dalla modifica dell’attuale svincolo.
Non sto qui a descrivervi cosa prevederebbe il progetto (il condizionale è d’obbligo, visto che è stato modificato più e più volte). Vi basti sapere che l’attuale strada comunale dovrebbe essere completamente smantellata!
Ebbene, durante uno di questi sopralluoghi, consultando le carte alcuni proprietari hanno fatto notare a uno degli ingegneri (?) della stessa società che nel progetto NON E’ STATA PREVISTA ALCUNA VIA DI COLLEGAMENTO ALTERNATIVA RISPETTO A QUELLA ESISTENTE!
Vi assicuro che, a quanto hanno riferito fonti presenti sul posto, l’ingegnere di cui sopra è rimasto letteralmente di stucco. E ci credo!
Ora, com’è possibile che nessuno tra tecnici, sindaco, assessori, amministratori si sia accorto prima di una assurda ed inspiegabile...ops!.... "dimenticanza" (ed uso un eufemismo)???
Come si potrà ovviare a questa situazione tragicomica?
Beh, pensandoci, il Comune avrebbe tre possibilità per correre ai ripari:
a) Si potrebbe chiedere all’ANAS di costruire (finalmente) un piccolo, minuscolo, insignificante, banale viadotto (parliamo di meno di 150 mt., cioè meno del 4% della lunghezza totale del Ponte sullo Stretto!) che, scavalcando il vallone Annunziata si ricolleghi direttamente all’attuale strada cieca parallela alla via Cimitero.
Questa arteria è peraltro già prevista dall’adeguamento al P.R.G. che finalmente la Regione Calabria ha approvato ma che il Comune non ha ancora trovato il tempo di deliberare!! Quale migliore occasione, per vedere realizzata un’opera di importanza fondamentale, senza spendere praticamente un centesimo?
b) Costruire due o più funicolari Ieracari-‘Nunziata (Chianalea), con almeno quattro o cinque corse ogni ora. Il parcheggio di macchine, camion, autobus, betoniere, ecc. potrebbe essere ricavato nei pressi dell’Oliveto.
c) Cominciare a chiedere alla Cassa Depositi e Prestiti le modalità di accensione di un mutuo per l’acquisto di elicotteri (al posto delle auto) o di alcuni C130 (al posto di camion o autobus), con il quale effettuare il trasporto di uomini e mezzi da Ieracari al paese.
La pista d’atteraggio? La spiaggia (o, d’estate, il tetto del castello) e il campo sportivo (tanto ormai la Scillese gioca a Pietrastorta).

Da fonti attendibili, ho saputo che pare qualcosa stia bollendo in pentola, riguardo ad alcune iniziative politiche da mettere in atto.
Voi –scigghitani doc, scigghitani acquisiti, amici di scigghitani, gente di cultura e di coltura- pensateci e, magari, fate sentire la vostra voce sia con dei commenti, sia votando il sondaggio nell'apposita sezione del sito (non appena il Malanovamaster provvederà al riguardo).
Anzi, mi rivolgo direttamente al Malanovamaster, peraltro direttamente interessato alla facenna: che ne diresti di una bella malanova di petizione? Il titolo: NU MALANOVA I PONTI O….L’ELICOTTIRU?

2 commenti:

Anonimo ha detto...

Dish Network Lineup combines America's favorite network channels, other popular networks not available from many cable services, a pay per view movie service with up to 55 choices of movies and special events a day, local channels in many markets, and an unprecedented sports subscription lineup. Check out my site on Dish Network Lineup

Anonimo ha detto...

Threadwatch gets Top 100 blog list from Cnet
Congrats, Nick. Threadwatch.org has been selected as part of the News.com Blog 100, a feature in which News.com editors and reporters are helping find the best news and views on the Web for the convenience of ...
Hey, you have a great blog here! I'm definitely going to bookmark you!

I have a ##friends## site/blog. It pretty much covers ##friends## related stuff.

Come and check it out if you get time :-)